Noi e i cellulari. Un sondaggio

Uso dei cellulari – Risultati del sondaggio

Quante ore, durante l’arco della giornata, usufruisci delle tecnologie? Quanti account gestisci?
Siete iscritti a dei social?
Sono state queste domande e molte altre che ci hanno spinto a creare un sondaggio grazie al quale abbiamo individuato le informazioni più rilevanti riguardo l’uso dei social.
Abbiamo intervistato 72 persone, delle quali, oltre l’83% sono di età compresa tra 11 e 15 anni. Hanno risposto soprattutto le ragazze (62%). Emerge che la maggior parte degli intervistati trascorre circa 3 ore al giorno con le tecnologie (35%), ma il dato più rilevante è quello che il 29% ne trascorre ben 5 o più. Abbiamo scoperto che l’oggetto tecnologico più utilizzato è lo smartphone (80%). A differenza di esso, vengono poco usati i tablet (3%) e i PC (4%), un po’ di più le console (9%).
Successivamente, abbiamo chiesto loro, a quali social sono iscritti. (vedasi grafico) Potete notare che la maggior parte degli intervistati è iscritto a WhatsApp (97%). Molti sono anche quelli iscritti a YouTube (81%) e ad Instagram (73%). Alcuni sono iscritti a Facebook (30%), a Telegram (12%), a Messenger (18%) e a Twitter (10%). Ultimamente, si stanno diffondendo dei nuovi e coinvolgenti social, come Twitch, in cui degli youtuber fanno live e streaming per ore e ore, confrontandosi tra di loro (14%); Tik Tok, in cui si ascoltano dei brani musicali, cercando di esprimerli con dei balletti, in base al suo ritmo e al suo stile, ad esempio musica trap, rap, pop… (29%) ed infine, Snapchat, in cui i ragazzi creano delle caricature, scattandosi dei selfie sexy e condividendoli (31%).

Ci siamo chiesti anche in che modo utilizzano i social.

Il 73% guarda video, il 72% comunica con i propri amici nel tempo libero, il 50% parla dei compiti scolastici, il 45% condivide foto e video e solo il 36% fa delle ricerche.

Solitamente, su molti social si postano molte foto e molti video; così, noi abbiamo insistito a sapere con chi e come si postano. Una larga parte condivide foto con amici Altri, invece, preferiscono postare foto in costume da bagno (e questo è sempre sbagliato, perché le foto potrebbero essere utilizzate per altri scopi offensivi); ci sono poi foto personali (32%) oppure in casa (15%); pochissimi invece, foto con la propria famiglia (1%).

Purtroppo c’è più di un intervistato (17%) che ammette di chattare con persone con cui non dovrebbe interagire perché più grandi o sconosciute, ma la maggior parte non cade in questo errore. Metà degli intervistati ritiene utile l’uso di internet (50%) semplicemente come una distrazione o un intrattenimento. Solo una persona su 100 sostiene addirittura che internet sia inutile.

Il 24%, sfortunatamente, ha ricevuto commenti inadeguati ad alcuni post, ma, per fortuna, il 76% ancora no.

Molto interessante il capitolo acquisto dello smartphone: un terzo degli intervistati è disposto a spendere dai 100 ai 200 euro. Un altro terzo dai 200 ai 300; infine, non manca chi spende oltre 300 euro o, addirittura, il 18% spenderebbe cifre esorbitanti superando i 500 euro!

Una buona parte del campione la sera preferisce uscire con gli amici (63%), ma il 13% rimane a casa e fa uso delle tecnologie e questo, secondo gli esperti, è un fattore molto negativo per la socializzazione: quando un ragazzo preferisce non uscire con gli amici e rimanere con il proprio smartphone è sintomo di dipendenza da internet.

Facciamo buon uso della tecnologia e quando abbiamo del tempo libero e vogliamo divertirci, lasciamo lo smartphone dalle mani e lo passiamo a chiacchierare e a scherzare con i nostri amici!

Angelo Gabriele De Leo, Vito D’Ingeo, Christian D’Ingeo, redazione

 

 

Precedente «É... la paura». Poesia Successivo A Manduria si uccide per divertimento