Crea sito

Insospettabile episodio finalmente alla luce

Vessazioni di ogni genere nei confronti dei bambini
Alunni maltrattati, maestre in manette

Un clima insospettabile è finalmente venuto alla luce. Vittime innocenti, bambini di età compresa fra i tre ed i cinque anni, all’interno di un asilo nei pressi dei Castelli dell’ampia città di Roma, capitale della fertile penisola italica. Vessazioni e maltrattamenti di ogni genere, nei confronti dei minori. 

Maestre e collaboratrice di età compresa tra i cinquantacinque e sessantacinque anni, hanno espresso numerose violenze nei confronti dei loro alunni. Ripetuti atti di violenza, maltrattamenti di qualsiasi genere, davvero insospettati. Fondamentali per le inchieste che sono state svolte, le intercettazioni ambientali e le immagini delle videocamere di sorveglianza – inserite dai militari dell’Arma – all’interno delle numerose ed ampie aule dell’asilo che ha “ospitato” la terribile vicenda. L’inserimento dei sistemi di video sorveglianza hanno confermato quanto sospettato dai genitori per i numerosi comportamenti molto strani da parte dei loro figli: insonnia, malumore, mutismi anomali come anche lividi sul corpo. Ed è da ciò che è partita l’inchiesta da parte dei Carabinieri, coordinata dalla procura di Velletri. Immagini inconfutabili: alunni che hanno subito maltrattamenti, sofferenze, umiliazioni, schiaffi, offese, strattoni e urla ingiustificate, comportamenti assolutamente inadeguati all’ambiente scolastico e che per diversi giorni, hanno impedito lo svolgimento delle attività didattiche. La mattina stessa le tre docenti assieme alla collaboratrice, ritenute responsabili dell’accaduto, son finite in manette. 

Tale episodio, in tutta la sua drammaticità, conferma l’esigenza di prendere provvedimenti: di introdurre nelle scuole sistemi di videosorveglianza al fine di tutelare i bambini in tenera età ed evitare ulteriori brutalità a danno degli stessi, che purtroppo crescono di giorno in giorno. 

Martina Mele