A casa di Giacomo Leopardi

Giacomo Leopardi, celebre poeta italiano, ha vissuto la sua giovane età nella città di Recanati nelle Marche, dove tuttora arrivano turisti da tutto il mondo per visitare i luoghi del suo debutto poetico.

La famosa Casa Leopardi si affaccia sulla piazza che prende nome da una famosa lirica del poeta “Il sabato del villaggio”.  L’intero primo piano è occupato dalla famosa Biblioteca, l’unica parte del palazzo aperta al pubblico poiché il resto dell’edificio è ancora oggi abitato dai discendenti della famiglia, ovvero i pronipoti dell’ultimo figlio.

La biblioteca Leopardi è nata grazie all’opera di Monaldo, padre di Giacomo, che, fin dall’età adolescenziale, iniziò a raccogliere libri riuscendo a costituire un patrimonio eccezionale per l’epoca. Infatti, essa contiene testi di ogni tipo: libri sacri, enciclopedie, testi di medicina, filosofia, grammatica e letteratura latina, ecc… Giacomo studiò qui insieme ai fratelli Carlo Orazio e Paolina, sotto la guida attenta del padre.

La biblioteca è composta da quattro stanze, due delle quali sono state costruite dopo la morte di Leopardi avvenuta all’età di soli trentotto anni. In una delle sale è presente un banchetto di legno che il giovane Giacomo trascinava fino ad una piccola finestra della stanza, dalla quale si affacciava per osservare il paesaggio che gli ha ispirato molti dei suoi capolavori. Da qui inoltre Leopardi contemplava la bella Teresa Fattorini, una fanciulla, figlia del cocchiere di Monaldo. Infatti, la poesia A Silvia, si riferisce proprio alla giovane ragazza, la cui abitazione è ancora oggi visitabile.

Oltre alla meravigliosa biblioteca, l’itinerario comprende anche la visita del museo, contenente i giochi d’infanzia, gli autografi puerili, l’abito da cerimonia di Monaldo gonfaloniere, l’orologino da cintura appartenuto alla madre del Poeta, Adelaide Antici, il calamaio in ceramica col quale è stato scritto L’Infinito e i frammenti dell’abito recuperati dalla tomba del Poeta nella chiesa di San Vitale in Fuorigrotta. Inoltre è presente un percorso multimediale, ovvero una serie di video che riassumono la vita del poeta.

Vi è mai capitato di fare un salto nel passato fino all’epoca di Leopardi? A Recanati, nella città dell’Infinito, questo è possibile!

 di Maria Luisa Iurilli

 

 

Precedente La Parodia... Divina. Spettacolo teatrale

Lascia un commento