GIORNATA MONDIALE DELLA RIANIMAZIONE CARDIOPOLMONARE. OGNI CITTADINO DEL MONDO PUO’ SALVARE UNA VITA

RESTART A HEART DAY

16 ottobre giornata mondiale della rianimazione cardiopolmonare e sulla prevenzione dell’arresto cardiaco e quello che possiamo fare per evitare che coloro che colpiti da arresto cardiaco non possano essere salvati. La data odierna rientra negli eventi della settimana viva organizzata da IRC dal 2013 su invito dell’unione europea per affrontare tale problematica e mettere in atto attraverso l’informazione quali sono le manovre corrette per portare ad evitare che morti reversibili divengano irreversibili. Il giorno 16 ottobre presso l’auditorium del plesso scolastico Giovanni XXIII Via Madonna delle Grazie si è svolto un incontro rivolto ai ragazzi delle terze classi, per parlare di queste problematiche, dopo i saluti dati dal dirigente scolastico prof. Francesco Catalano e dalla presidente del consiglio d’istituto Dott. Lara Francese ha parlato il Dott. Michele Cannone primario dell’U.O. UTIC dell’ospedale “L. Bonomo” di Andria che ha esposto in una relazione le problematiche relative alle cardiopatie e che tali problematiche se presenti in soggetti sportivi quali atleti professionisti portano a morti durante le gare e che tali problemi possono essere superati se si effettuano controlli accurati che permettono di diagnosticare patologie cardiache, inoltre ha sottolineato che grazie al decreto Balduzzi e necesario che in ogni struttura sportiva sia presente un defibrillatore e personale istruito che sia in grado di mettere in atto manovre di rianimazione cardiopolmonare e l’utilizzo del defibrillatore. Successivamente gli istruttori del cdf GIFESA Roberta d’Amato e Francesco Marinelli con l’uso di manichini hanno fatto provare agli studenti le manovre da mettere in atto in caso di arresto cardiaco.

 

 

 

Precedente Saluto della Comunità scolastica al DS Lucia Sallustio Successivo #ioleggoperchè alla Cotugno-Carducci-Giovanni XXIII di Ruvo di Puglia